Pubblicità
Viaggi Liberi


37057.it google
NEWS
Possibilità per gli inquilini delle case popolari di diventarne proprietari

Per iniziativa dell’amministrazione comunale, le famiglie lupatotine che vivono nelle case popolari costruite recentemente o in passato hanno la possibilità di diventare proprietarie di quegli stessi alloggi, basta che da almeno cinque anni siano in possesso del certificato di agibilità del fabbricato. Le abitazioni, una volta riscattate, raddoppieranno il proprio valore commerciale e potranno essere vendute a chiunque nel libero mercato immobiliare, senza più limitazioni legate ai requisiti di residenza e reddito del potenziale compratore.

“Abbiamo adottato questo provvedimento dopo le richieste di molti cittadini che si erano rivolti al sindaco perché non riuscivano a vendere gli immobili”, spiega il primo cittadino di San Giovanni Lupatoto Fabrizio Zerman, “In base alle convenzioni firmate con il Comune avrebbero dovuto cedere la casa ad un valore notevolmente inferiore rispetto al valore reale”.

Fino ad ora, a condizionare le famiglie erano la durata anche trentennale delle convenzioni relative al diritto di proprietà sull’alloggio o al trascorrere dei 99 anni relativi al diritto di superficie dei terreni in cui le case erano state costruite. Oggi, le famiglie possono ottenere immediatamente sia il pieno diritto di proprietà sia il pieno diritto di superficie. L’iniziativa dell’amministrazione comunale include anche il riscatto dei capannoni produttivi.

Due sono le tipologie di abitazioni: gli appartamenti e le case a schiera. Per quel che riguarda gli appartamenti per esempio edificati 30 anni fa - l’importo che una famiglia deve pagare per riscattare il diritto di proprietà è compreso tra i 3000 e gli 8000 euro, mentre per riscattare il diritto di superficie è compreso tra i 4000 e i 10.000 euro; per quel che riguarda le case a schiera – per esempio 6 unità collocate in un lotto di 1.400 metri quadrati - l’importo per riscattare il diritto di proprietà è compreso tra i 6000 e i 30.000 euro, mentre per riscattare il diritto di superficie è compreso tra gli 8000 e i 36.000 euro. Infine, per quel che riguarda i capannoni produttivi, senza limiti di età edificatoria, l’importo per riscattare il diritto di proprietà ammonta a 10 euro il metro quadrato, mentre per riscattare il diritto di superficie ammonta a 12 euro il metro quadrato. I pagamenti possono essere dilazionati in quattro rate trimestrali senza interessi.




COMMENTI
Inserisci il tuo commento all'articolo

Nome
Email
Commento

VIDEO




TUTTI I VIDEO

Pubblicità

NEWSLETTER
Scrivi la tua mail e resta sempre aggiornato con le news di 37057.it




Pubblicità
Viaggi Liberi